Area Riservata

Ultimi Documenti

2015/06/20 1° Incontro dei delegati regionali (Documenti in preparazione al Convegno Ecclesiale Nazionale)
Atti del Convegno (Documenti post Convegno)
 

Seguici su

FacebookTwitterYoutubeFeed
Nessun evento trovato

Download

conferenza stampa messaggio vescovi marchigiani famiglia

“Una Chiesa che si alza e va piena di gioia” è il titolo del messaggio che i vescovi delle Marche hanno scritto a un anno di distanza dalla conclusione del secondo Convegno ecclesiale marchigiano a Loreto e che sarà distribuito in 120.000 copie a tutti i fedeli marchigiani il giorno di Natale. Il documento, che è stato presentato questa mattina ad Ancona, sottolinea come esigenza fondamentale della Chiesa marchigiana quella di “ripartire dalla famiglia”, sia come soggetto di attenzione e cura pastorale ma soprattutto come “protagonista” di una nuova fase dell’evangelizzazione. Il vescovo di Ancona-Osimo, mons. Edoardo Menichelli, vicepresidente della Conferenza episcopale marchigiana, delegato alla pastorale familiare, ha notato che il messaggio ha un duplice sguardo, uno della Chiesa rivolta a se stessa e uno rivolto alla famiglia. “Come Chiesa - ha detto Menichelli - c’impegniamo ad ascoltare il mondo attuale: vogliamo essere una Chiesa madre, una Chiesa costruita sulla modalità famiglia, una Chiesa missionaria. In secondo luogo vogliamo ripartire dalla realtà familiare: nel messaggio si parla di alleanza tra famiglia e parrocchia, tra preti e sposi, in nome del servizio che caratterizza i due sacramenti al fine di costruire comunità ‘famiglia di famiglie’ dentro uno stile di partecipazione, di comunicazione e di corresponsabilità”.

“La famiglia è il crocevia di ogni forma di pastorale”. Lo ha sottolineato il vescovo di Jesi, mons. Gerardo Rocconi, delegato dalla Cem a presiedere il Servizio regionale di attuazione del Convegno ecclesiale marchigiano durante la presentazione del messaggio. Il vescovo ha anche rilevato che il documento riprende il metodo di lavoro del convegno che è quello del “camminare insieme, che è un metodo nuovo e bello” e ha ricordato che il giorno della conclusione del convegno, il 24 novembre 2013, “la Chiesa ha ricevuto il dono dell’esortazione apostolica Evangelii Gaudium che ci chiama tutti a una profonda revisione di vita in prospettiva missionaria”. Per mons. Rocconi, si pone ora il problema di “coinvolgere i Consigli pastorali delle parrocchie ed è allo studio un documento che diventi un vademecum proprio per gli stessi Consigli”. “È una scelta importante quella di ripartire dalla famiglia - ha commentato Carlo Berloni, direttore dell’Ufficio per la famiglia della diocesi di Fano e membro della Consulta regionale per la pastorale familiare -. Ci sono le difficoltà delle giovani coppie, quelle delle famiglie più grandi, la solitudine che aggrava ogni problema. Come famiglie possiamo offrire dei percorsi di accompagnamento, essere dei laici protagonisti dell’evangelizzazione che lavorano insieme alle figure consacrate che ci possono far vedere orizzonti nuovi”.